BUSSOLENO, SOPRALLUOGO NELLE ZONE COLPITE DALLA FRANA, PRIORITARIO VALUTARE PIU’ PROGETTI DI MESSA IN SICUREZZA E AVVIARE POLO LOGISTICO PER EMERGENZE E CALAMITA’

Dopo le richieste del Movimento 5 Stelle è avvenuto oggi il sopralluogo della seconda Commissione regionale nei territori del Comune di Bussoleno colpiti dalla frana del 7 giugno scorso. Abbiamo toccato con mano i danni provocati dal fiume di fango e detriti staccatosi dalla montagna. Una conseguenza diretta dei roghi avvenuti lo scorso autunno che hanno causato una fragilità estrema di queste zone. 

Mettere in sicurezza il territorio ed attuare piani di prevenzione del rischio idrogeologico. Queste devono essere le priorità della Regione Piemonte e su questo fronte garantiamo il massimo impegno affinché vengano stanziati i fondi necessari. Sarà necessario da parte degli enti pubblici coinvolti nella ricostruzione valutare con attenzione più progetti di messa in sicurezza e non solo uno proprio in considerazione delle limitate risorse economiche che andranno spese nel miglior modo possibile. Chi abita e vive tutto l’anno le nostre montagne non può e non deve convivere con la paura di essere travolto da disastri di questo tipo. 

Ci aspettiamo inoltre, da parte della Giunta, un impegno concreto per la realizzazione di un polo logistico nell’ex Istituto Plana di Bussoleno per la gestione delle emergenze e delle calamità naturali. Un’istanza del territorio presentata in Consiglio regionale attraverso un ordine del giorno, a prima firma Frediani, approvato all’unanimità dall’aula. 

Francesca Frediani, Capogruppo regionale M5S Piemonte

Federico Valetti, Consigliere regionale M5S Piemonte

Vicepresidente Commissione regionale Trasporti

L’articolo BUSSOLENO, SOPRALLUOGO NELLE ZONE COLPITE DALLA FRANA, PRIORITARIO VALUTARE PIU’ PROGETTI DI MESSA IN SICUREZZA E AVVIARE POLO LOGISTICO PER EMERGENZE E CALAMITA’ proviene da MoVimento 5 Stelle Piemonte.

TRASPORTI, VALETTI – MIGHETTI – CAMPO (M5S): “ASTI – ALBA E CASTAGNOLE – ALESSANDRIA, TEMPI LUNGHI PER LA RIATTIVAZIONE DELLE LINEE. DA CHIAMPARINO NESSUN INTERVENTO PER LINEE LOCALI”

Riapertura linee AstiAlba e CastagnoleAlessandria, oggi abbiamo interrogato la Giunta regionale sui tempi necessari per la ripresa dei servizi. 

L’assessore Balocco, per bocca della collega Cerutti, ha fatto sapere in relazione alla prima linea che gli studi saranno ultimati entro questo mese per il ripristino della galleria Ghersi. Ha manifestato inoltre l’intenzione di arrivare alla piena operatività della linea con l’esercizio di un servizio passeggeri. Un annuncio non certo vincolante visti i tempi che sicuramente si allungheranno ben oltre l’attuale mandato della Giunta Chiamparino. Circostanze confermate dal fatto che non sono state richieste ad RFI alcune tracce per il passaggio dei treni. 

Ancora peggio la situazione della Castagnole – Alessandria dove si dichiara apertamente che non si prevede alcun servizio passeggeri, se non sporadici servizi per turisti. Una pessima notizia per il territorio delle Langhe e tutto il basso Piemonte. 

Nel 2012 bastò un foglio firmato dalla Giunta per mandare all’aria 13 linee ferroviarie; in 5 anni il centrosinistra non è riuscito a riaprirne nemmeno una nonostante i proclami pre elettorali. A pochi mesi dal termine del mandato, Chiamparino ha fatto ben poco per le ferrovie locali ma mantiene alto il suo interesse per l’inutile TAV. Se il pensiero guida le azioni allora è evidente che in cima alle priorità del PD ci sono le lobbies dell’alta velocità e non certo i servizi per i pendolari. 

Federico Valetti, Consigliere regionale M5S Piemonte

Vicepresidente Commissione regionale Trasporti

Paolo Mighetti, Consigliere regionale M5S Piemonte

Mauro Campo, Consigliere regionale M5S Piemonte

L’articolo TRASPORTI, VALETTI – MIGHETTI – CAMPO (M5S): “ASTI – ALBA E CASTAGNOLE – ALESSANDRIA, TEMPI LUNGHI PER LA RIATTIVAZIONE DELLE LINEE. DA CHIAMPARINO NESSUN INTERVENTO PER LINEE LOCALI” proviene da MoVimento 5 Stelle Piemonte.

TRASPORTI, VALETTI (M5S): “ELIMINAZIONE PASSAGGI A LIVELLO TORINO – PINEROLO. PROTOCOLLI COMUNI-FERROVIE AVANZANO MA LA COPERTA DEI FONDI REGIONALI E’ CORTA. VIGILIAMO AFFINCHE’ AGLI ANNUNCI SEGUANO I FATTI”

Eliminazione dei passaggi a livello sulla Torino – Pinerolo: proseguono i lavori tra Comuni e Ferrovie dello Stato per ultimare i progetti, ma permangono incertezze sui fondi realmente disponibili. E’ questo, in sintesi, il risultato dell’incontro avvenuto ieri ad Airasca tra sindaci del territorio, rappresentanti delle Ferrovie e l’assessore regionale ai Trasporti Balocco. 

I soldi ci sono” ripete l’esponente della giunta Regionale, ma conferma che i fondi regionali sono complessivamente 10 milioni per tutti gli interventi sui passaggi a livello nel Piemonte, più 30 milioni di provenienza nazionale attraverso RFI. L’importo complessivo è chiaramente insufficiente al fabbisogno necessario a mettere in sicurezza le ferrovie regionali, per cui la Regione “spera” di poter ottenere ulteriori fondi RFI per la messa in sicurezza della linea, in modo da usare i 10 milioni altrove. Permane quindi un quadro di incertezza, spesso accompagnato da dichiarazioni ufficiali parziali o ambigue, che ci impone di vigilare fino all’ultimo sul fatto che i progetti realizzati abbiamo immediata copertura economica.

Di progetti, promesse, annunci e rassicurazioni sono pieni gli archivi. Ed a ben 4 anni dall’insediamento della Giunta Chiamparino mancano risultati concreti. Noi continueremo a tenere alta l’attenzione sul tema del superamento dei passaggi a livello in attesa che si passi rapidamente dalle parole ai fatti.

Federico Valetti, Consigliere regionale M5S Piemonte

Vicepresidente Commissione regionale Trasporti

L’articolo TRASPORTI, VALETTI (M5S): “ELIMINAZIONE PASSAGGI A LIVELLO TORINO – PINEROLO. PROTOCOLLI COMUNI-FERROVIE AVANZANO MA LA COPERTA DEI FONDI REGIONALI E’ CORTA. VIGILIAMO AFFINCHE’ AGLI ANNUNCI SEGUANO I FATTI” proviene da MoVimento 5 Stelle Piemonte.

TRASPORTI, VALETTI (M5S): “BLOCCO DIESEL EURO 3: USARE IL TESORETTO FINPIEMONTE PER INCENTIVI SU ACQUISTO NUOVI MEZZI ECOLOGICI”

Utilizzare il “tesoretto” di Finpiemonte, frutto della rinuncia a diventare una banca, per sostenere artigiani e commercianti che dovranno cambiare automobile dopo i blocchi euro 3 annunciati dalla Città Metropolitana. A disposizione ci sono circa 160 milioni di euro che potrebbero essere utili a chi si troverà costretto a far fronte a questo importante investimento.

E’ necessario mettere in campo incentivi regionali per le sostituzioni di mezzi commerciali e privati con auto elettriche o a metano, concentrando le risorse sul mondo degli artigiani e commercianti, più in generale, rivolgendole a chi col proprio mezzo si guadagna da vivere.

Riteniamo che queste risorse andrebbero comunque integrate da una misura nazionale, certamente necessarie visto che sull’Italia pendono 2 miliardi di euro di sanzioni europee per la cattiva qualità dell’aria. La Giunta ha proposto di stanziare solo 5 milioni di euro per un analogo provvedimento, cifra che riteniamo meramente simbolica e insufficiente a incentivare alcunché.

Il Movimento 5 Stelle aveva già posto l’attenzione sul tema con un ordine del giorno, a prima firma Giorgio Bertola, presentato nel maggio 2017 e mai discusso, mirato ad impegnare la Giunta a lavorare nell’ottica di escludere dagli studi di settore li accertamenti per la rottamazione dei mezzi aziendali diesel e il conseguente acquisto di mezzi aziendali a basso impatto emissivo quali elettrici, a idrogeno, ibridi non diesel, metano e GpL.

Presenteremo le nostre proposte in aula e nelle commissioni competenti auspicando una seria collaborazione con la Giunta e la maggioranza. 

Federico Valetti, Consigliere regionale M5S Piemonte

Vicepresidente Commissione regionale Trasporti

L’articolo TRASPORTI, VALETTI (M5S): “BLOCCO DIESEL EURO 3: USARE IL TESORETTO FINPIEMONTE PER INCENTIVI SU ACQUISTO NUOVI MEZZI ECOLOGICI” proviene da MoVimento 5 Stelle Piemonte.

FREDIANI – VALETTI (M5S): “SU PROPOSTA DEL M5S UN SOPRALLUOGO DELLA COMMISSIONE REGIONALE A BUSSOLENO NEI TERRITORI COLPITI DALLE FRANE”

La seconda Commissione regionale ha accettato la proposta del Movimento 5 Stelle di effettuare un sopralluogo sui territori della Valsusa colpiti dalle frane. Una richiesta avanzata durante la conferenza dei Capigruppo ritenendo inopportuna l’intenzione del Partito Democratico di privilegiare un sopralluogo ai cantieri TAV proprio mentre, a pochi chilometri, centinaia di cittadini stanno fronteggiando una grave emergenza.

La nostra proposta è stata accolta evitando al Consiglio regionale una figuraccia bella e buona nei confronti dei cittadini sfollati e danneggiati dalle frane di questi giorni.

La montagna, a lungo trascurata dalla politica, richiede ora attenzioni straordinarie sia nelle manutenzioni che nel sostegno ai valligiani che resistono. Non certo opere che la deturpano e destabilizzano.

Francesca Frediani, Capogruppo regionale M5S Piemonte

Federico Valetti, Consigliere regionale M5S Piemonte

L’articolo FREDIANI – VALETTI (M5S): “SU PROPOSTA DEL M5S UN SOPRALLUOGO DELLA COMMISSIONE REGIONALE A BUSSOLENO NEI TERRITORI COLPITI DALLE FRANE” proviene da MoVimento 5 Stelle Piemonte.

TRASPORTI, VALETTI – FREDIANI (M5S): “UN DOSSIER PER IL MINISTRO TONINELLI SUL TRASPORTO PIEMONTESE. PRIORITA’, PROGETTI E PROPOSTE SU TUTTI GLI AMBITI”

Per il Ministro Toninelli stiamo lavorando ad un dossier sui trasporti Piemontesi. Il gruppo regionale del Movimento 5 Stelle sta raccogliendo un dettagliato documento in cui si riassumono 4 anni di lavoro. Priorità, progetti e proposte riguardanti tutti gli ambìti: logistica, sostegno al trasporto pubblico locale (in particolare riapertura delle ferrovie sospese) e una politica regionale sul trasporto aereo finora completamente assente con Chiamparino. Con buona pace dei suoi “tavoli” più strumentali e pre elettorali che utili. Questa Giunta infatti non ha prodotto nessun risultato sul fronte del trasporto pubblico limitandosi a difendere le grandi opere ed ignorando i servizi chiesti dai cittadini. In 4 anni nessuna delle 13 ferrovie sospese è stata riaperta e non un singolo tir è sparito dalle strade per far posto al trasporto su ferro. 

Per raggiungere gli obiettivi di sostenibilità del trasporto sono necessari investimenti, in particolare in campo ferroviario. Il Movimento 5 Stelle non nega la necessità di interventi infrastrutturali a patto che siano proporzionati agli effettivi benefici per ambiente e collettività superando le logiche che hanno dato il via a TAV e Terzo Valico. 

Vogliamo un Piemonte connesso e con servizi efficienti, al suo interno e con l’Europa, che adegui le proprie ferrovie alla domanda esistente di trasporto merci e persone e non a fantomatiche previsioni gonfiate ad hoc dalle solite lobbies. 

Per questi motivi presenteremo quanto prima il dossier al Ministro ed ai suoi collaboratori nell’ottica di accorciare le distanze tra il territorio e l’azione di Governo. 

Federico Valetti, Consigliere regionale M5S Piemonte

Vicepresidente Commissione regionale trasporti

Francesca Frediani, Capogruppo regionale M5S Piemonte

L’articolo TRASPORTI, VALETTI – FREDIANI (M5S): “UN DOSSIER PER IL MINISTRO TONINELLI SUL TRASPORTO PIEMONTESE. PRIORITA’, PROGETTI E PROPOSTE SU TUTTI GLI AMBITI” proviene da MoVimento 5 Stelle Piemonte.

CIRIE’, SOPPRESSIONE PASSAGGIO A LIVELLO, ENNESIMO SPOT DI BALOCCO?

Soppressione del passaggio a livello di Cirié: i soldi ci sono veramente o Balocco gioca alle tre carte? L’annuncio in pompa magna avvenuto in questi giorni lascia più di un dubbio. 

Abbiamo chiesto chiarimenti all’assessorato ai Trasporti attraverso un question time presentato oggi in Consiglio regionale. Balocco ha garantito che le risorse necessarie, circa 5 milioni, arriveranno dalle casse della Regione. Peccato però che lo stesso copione sia andato in scena pochi mesi fa per la Torino – Pinerolo, salvo poi assistere ad una marcia indietro clamorosa con tutti gli oneri finanziari scaricati sulle Ferrovie dello Stato. Le quali, ovviamente, non garantiranno in alcun modo tempi certi per il superamento dei passaggi a livello dovendo ri-aggiornare l’accordo di programma Ministero dei trasporti – RFI alla luce del nuovo Governo.

Non vorremmo quindi che a Ciriè andasse in scena lo stesso film, con annesso finale deludente. A destare ulteriori dubbi s’aggiunge la polemica, tutta interna al PD, sul progetto che non sarebbe stato condiviso né comunicato agli esponenti locali del partito. Da dove nasce dunque tutta questa fretta di annunciare uno stanziamento così importante ed atteso da molti anni?

Da parte nostra continueremo a tenere alta l’attenzione su questo fronte vigilando con attenzione che agli annunci roboanti seguano atti concreti. D’altronde manca poco meno di un anno alle elezioni regionali e l’assessore Balocco ci ha abituati più volte ad annunci “spot” senza ricadute concrete. La Torino-Ceres, come molte delle nostre ferrovie, ha problemi diffusi e bisogno di una corposa “cura del ferro” con interventi strutturali.

Federico Valetti, Consigliere regionale M5S Piemonte

Vicepresidente Commissione regionale Trasporti

L’articolo CIRIE’, SOPPRESSIONE PASSAGGIO A LIVELLO, ENNESIMO SPOT DI BALOCCO? proviene da MoVimento 5 Stelle Piemonte.